Il Frecciarossa dal 18 giugno ferma anche a Cassino e Frosinone (Foto: Facebook/Arianna Volante)

Cassino, benvenuto Frecciarossa

Quella del 14 giugno, a Cassino, non è stata una domenica come le altre. Decine di persone hanno atteso infatti, verso le 18.30, l’arrivo per la prima volta in stazione del treno ad alta velocità, partito da Milano e diretto a Napoli Centrale. Un evento importante che prelude ad una nuova centralità per l’intera Ciociaria, visto che il nuovo servizio tocca anche il capoluogo di provincia, Frosinone: «È un grande risultato per la città e per tutto il cassinate riuscire a raggiungere, già da oggi, Napoli in 30 minuti. Ora dobbiamo lavorare per accorciare notevolmente il tempo di viaggio da Cassino a Roma che, grazie alla Tav, sarà di 1 ora e 10 minuti e che, forse, potrà arrivare addirittura a 40 minuti», ha detto Enzo Salera, sindaco di Cassino.

 

In realtà, il primo Frecciarossa a fermarsi nella stazione di Cassino era stato quello delle 6.03, ma il ruolo da protagonista del viaggio inaugurale della Tav è toccato a quello pomeridiano. Attraverso questo nuovo servizio si potrà raggiungere Firenze in circa tre ore, Milano in cinque, Roma in poco più di un’ora al costo di 21.90 euro e, per l’appunto, Napoli in 30 minuti (16.90 euro). La tratta tra Frosinone e Cassino si percorrerà in 27 minuti al prezzo di 15 euro. Si apre perciò un mondo nuovo per Cassino: «La città raccoglierà un bacino immenso di persone e diventerà uno snodo cruciale», racconta Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale di Ferrovie dello Stato Italiane. Con la speranza che anche il servizio di trasporto locale possa vivere una svolta altrettanto decisiva di modernizzazione a favore degli studenti e dei lavoratori, che, quotidianamente si muovono all’interno della provincia, sia su ferro che su gomma, spesso dovendo ricorrere al mezzo proprio.

Intanto, la soddisfazione per l’avvento dell’alta velocità arriva anche dal presidente della Regione, Nicola Zingaretti: «Per la prima volta due città importanti della Ciociaria hanno quello che meritano: finalmente sono collegate alla modernizzazione italiana. Abbiamo vinto e ce l’abbiamo fatta».

Lorenzo Santaroni

“Folle è l'uomo che parla alla luna. Stolto chi non le presta ascolto.”

Lorenzo Santaroni has 8 posts and counting. See all posts by Lorenzo Santaroni

Lorenzo Santaroni

Parliamone ;-)