Gli scavi in località Nocione (Foto: Edoardo Grossi)

Cassino, la Regione stanzia i primi fondi per il risanamento del Nocione

Dana Tauwinkelova, consigliere comunale, già assessore all'ambiente del Comune di Cassino
Dana Tauwinkelova, consigliere comunale, già assessore all’ambiente del Comune di Cassino

Buone notizie per l’ambiente a Cassino. La Regione Lazio ha stanziato, infatti, i primi fondi per il risanamento dei siti inquinati sul territorio, vale a dire 214.592,56 euro concessi alla viglia di Natale tramite la Determinazione G17573.

La comunicazione è appena giunta al Comune e fra i siti che beneficeranno del finanziamento c’è la zona del Nocione, vicino a Sant’Elia Fiumerapido, dove da oltre vent’anni gli ambientalisti locali si battono perché siano rimossi i rifiuti solidi urbani interrati nel sottosuolo, tanto che sull’area vige un’ordinanza che vieta la coltivazione, l’allevamento e l’approvvigionamento delle acque. Sul posto abbiamo di recente realizzato un sopralluogo noi di Cassinogreen, trovando teloni abbandonati, transenne a terra e rifiuti a cielo aperto, che fanno da cornice alle buche scavate durante i primi interventi che i Vigili del Fuoco e la Guardia di Finanza hanno effettuato nel giugno scorso.

Le nostre immagini sulla discarica del Nocione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Soddisfatta per i fondi Dana Tauwinkelova, fino a poche settimane Assessore all’ambiente e oggi consigliere Comunale di Cassino, impegnata tuttora sulle tematiche ambientali: «Ottenuti i necessari nulla osta, si procederà con l’affidamento delle attività relative al campionamento ed analisi dei prelievi di campionatura di terreno – commenta – L’attività di campionamento delle eventuali potenziali sostanze inquinanti avverrà nelle zone più significative dell’area del Nocione, così come individuata nell’Ordinanza sindacale n° 233/2018. Le indagini che si andranno a fare porranno un punto fermo sull’annosa questione che si trascina da decenni in quanto si dovrebbe riuscire a comprendere le potenziali sostanze inquinanti che interesserebbero la zona permettendo a tutti gli Enti interessati di poter formulare un piano di risanamento supportato da riscontri tecnici oggettivi e dalle necessarie risorse finanziarie».

Conclude il consigliere: «Con questo finanziamento coroniamo l’intenso lavoro svolto con la consulta dell’ambiente, le associazioni ambientaliste e tutti gli organi preposti alla tutela ambientale. Questo ci inorgoglisce e ci dà ulteriori stimoli a lavorare ancor di più per quanto riguarda queste tematiche».

L'autore

Andrea Pacitto
Andrea Pacitto
Nato a Cassino nel Luglio del 1997, sono studente di Lettere moderne presso l'Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Appassionato di musica e videogiochi, vivo pensando che la vita raccontata potrebbe essere meglio dell'originale.

Andrea Pacitto

Nato a Cassino nel Luglio del 1997, sono studente di Lettere moderne presso l'Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Appassionato di musica e videogiochi, vivo pensando che la vita raccontata potrebbe essere meglio dell'originale.

Andrea Pacitto has 2 posts and counting. See all posts by Andrea Pacitto

Andrea Pacitto

Parliamone ;-)