Disegno di Emanuele Capraro

Trasformiamo Sant’Angelo in una città per giocare

Ecco come trasformare la frazione in cui viviamo, Sant’Angelo in Theodice, a pochi chilometri da Cassino, in una vera e propria “Città amica dei bambini e delle bambine”. Basterebbe cominciare dal cartello posto all’ingresso del paese per dare a tutti il “Benvenuto nella Capitale della Fiducia”.

Camminare nei vicoli santangelesi, potrebbe essere un’incredibile avventura, un vero incanto. E allora, perché non metterci all’opera? Trasformeremo questo piccolo pezzetto di mondo in uno spazio aperto in cui sia possibile divertirsi in sicurezza e libertà.

Le proposte dei ragazzi per immagini

Appositi cartelli, fatti da noi bambini, potrebbero indicare gli angoli destinati al gioco e potrebbero anche invitare gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità. Ciascuno di noi potrebbe fare del proprio meglio per tenere pulite le strade di campagna, non abbandonando i rifiuti e per questo pensiamo di appendere dei semplici messaggi di gentilezza. Per esempio così: “Si prega di non abbandonare i rifiuti. Grazie, i bambini di Sant’Angelo”.

E poi, un modo originale per condividere la cultura seminando fiducia: l’angolo del book-crossing o del toy-crossing, per scambiare liberamente libri o piccoli giocattoli, riposti in mobiletti al riparo dalle intemperie.

Poche semplici mosse per trasformare Sant’Angelo in un’oasi adatta a noi e a tutti gli altri bambini che vorranno venire a trascorrere il loro tempo libero qui, perché uno spazio sicuro e all’aria aperta resta il luogo migliore per fare amicizia, giocare e crescere insieme.


I quattro problemi che segnalano i ragazzi


Le opinioni sul loro ambiente di vita > Leggi tutta la diagnosi ambientale

Torna all’articolo principale

| Leggi il resto Leggi il seguito