Francesco Tomaselli è il titolare dell'azienda erboristica Fibreno Officinali di Isola del Liri

Primavera di salute? I cinque consigli dell’erborista… a chilometro zero

«La primavera è una stagione in cui si passa dal freddo al caldo, quindi l’organismo tende a purificarsi dalle sostanze accumulate durante l’inverno». Così racconta Francesco Tomaselli, titolare dell’Azienda agricola Fibreno Officinali, a Isola del Liri, gli effetti sulla salute della stagione che è appena cominciata. La persona giusta per consigliarci cinque ricette di erboristeria che lui stesso ha formulato per depurare l’organismo basandosi sulle virtù di altrettante piante del territorio.

 

Ma qual è la storia di questa azienda che comprende due aree di coltivazione delle essenze vegetali, a Isola Liri e Posta Fibreno, più altrettante per la raccolta spontanea ad Arpino e Collepardo? «Siamo nati nel 2011 e il nome deriva dal fatto che la sede si trova lungo le sponde del Fibreno, fonte di acqua potabile e utilizzabile per le irrigazioni» spiega Francesco Tomaselli. «I prodotti vengono portati ai laboratori – riprende – E la nostra specializzazione è fornire piante fresche per alcune preparazioni erboristiche, mentre una parte viene essiccata per la nostra preparazione di tisane». Il tutto è rivolto principalmente ad aziende del settore erboristico e farmaceutico. Si organizzano anche diverse attività didattiche, soprattutto a Frosinone, tra cui il corso sulla fitoterapia che ha avuto durante le scorse settimane un ottimo riscontro.

L’azienda collabora con le università Tor Vergata e La Sapienza di Roma, per offrire agli studenti un’esperienza di raccolta spontanea. Inoltre con fra’ Domenico Palombi, monaco di Casamari, nella divulgazione a scopo didattico del volume “Piante officinali coltivate”, in cui descrive le proprietà curative anche di piante utilizzate comunemente in cucina. Infine una parte delle coltivazioni si usa come orto botanico. L’azienda non si ferma qui: «Per il futuro stiamo lavorando a una linea di salse fitoalimurgiche, per sfruttare le piante spontanee nel settore culinario, le cicorie che raccoglievano le nostre nonne» aggiunge Francesco.

La tipologia di clienti è formata da persone attente al naturale e ai prodotti di origine vegetale, soprattutto donne. Le persone rispondono in maniera positiva: «I clienti negli anni sono aumentati – prosegue Tomaselli – Compiono questa scelta sia perché le piante sono sempre state utilizzate per nutrirsi e curarsi, sia perché non danno controindicazioni rispetto ad altri farmaci. Inoltre noi proponiamo piante a chilometro zero, che presentano migliore qualità, specialmente se derivano dalla raccolta spontanea. In questo settore, infatti, molte piante vengono dall’estero».

Cinque ricette… a chilometro zero

Visita il sito dell’Azienda agricola Fibreno officinali

L'autore

Alessandra Lucarelli
Alessandra Lucarelli
Sono nata il 5 ottobre 1997, frequento la facoltà di lettere e filosofia all'Università di Cassino. Amo conoscere posti e tradizioni nuove anche se sono affezionata alle mie, amo il cinema e la musica

Alessandra Lucarelli

Sono nata il 5 ottobre 1997, frequento la facoltà di lettere e filosofia all'Università di Cassino. Amo conoscere posti e tradizioni nuove anche se sono affezionata alle mie, amo il cinema e la musica

Alessandra Lucarelli has 2 posts and counting. See all posts by Alessandra Lucarelli

Alessandra Lucarelli

Parliamone ;-)